07:34 am
22 Marzo 2019

I grassi

I grassi
Olio extravergine di oliva

Anche i grassi sono responsabili del rallentamento dell’ingresso del glucosio in circolo.

Quando i grassi vengono consumati con i carboidrati, infatti, si riduce la loro velocità di ingresso nel sangue.

Quindi, anche in un modello alimentare ipocalorico, i grassi devono essere sempre contemplati in un’adeguata proporzione: gli approcci alimentari preferiti per i diabetici ad es. arrivano a consigliare il 30% del computo calorico giornaliero.

La scelta qualitativa dei grassi è importante quindi per la salute.

Sulla tavola degli italiani non manca mai l’olio di oliva, che a volte viene erroneamente demonizzato in quanto è diffusa la “lipidofobia”, ma anzi, potrebbe essere un valido strumento per il controllo dei nutrienti.

Secondo un regime alimentare valido, esso può rappresentare una scelta di fonte energetica d’elezione, e può essere utilizzato strategicamente: mangiare un piatto di pasta con condimento può essere molto più dietetico di mangiarlo in bianco, proprio in virtù della modifica dell’IG che causano i grassi assunti insieme ai carboidrati.

 

 

Bibliografia

  1. Differential effect of protein and fat ingestion on blood glucose responses to high- and low-glycemic-index carbohydrates in noninsulin-dependent diabetic subjects. Gulliford MC, Bicknell EJ, Scarpello JH. Am J Clin Nutr. 1989 Oct;50(4):773-7.

  2. The ZONE Diet and Metabolic Control in Type 2 Diabetes. Stulnig TM. J Am Coll Nutr. 2015;34 Suppl 1:39-41